Un reddito di “web-dinanza” con SixthContinent

Sì è parlato spesso di reddito di cittadinanza o altri sistemi di sostentamento per le famiglie e persone senza lavoro, che per ora è solo sulla carta e forse per vederlo concretizzarsi ci vorrà ancora molto tempo. Fabrizio Politi invece ha già realizzato il reddito di “web-dinanza”, un sistema che offre a tutti i consumatori, la possibilità di ottenere parte dei fondi spesi indietro.

Il progetto si chiama SixthContinent, ed è già attivo e funzionante non occorre attendere la “buona” politica per ottenere una rendita che si basa su quanto, acquistiamo direttamente e quanto acquistato da altri nostri referenti. Sì, si tratta di una ridistribuzione del reddito che parte dal singolo e arriva al singolo, in un sistema che si sviluppa e si autoalimenta solo da basso. Aziende e utenti hanno lo stesso interesse, solo su versanti opposti, l’azienda ha bisogno di vendere e l’utente di risparmiare, entrambi trovano un punto d’incontro a beneficio di tutti, ecco, questa è la visione di un mondo più etico di Fabrizio Politi, che mette da parte gli egoismi che arricchiscono solo pochi ricchi, puntando invece al benessere di tutti ridistribuendo risorse economiche.

Il “web-cittadino” guadagna spendendo

SixthContinent nasce per favorire lo sviluppo di piccole e medie realtà produttive, bypassando il sistema organizzato dalle multinazionali che controllano il mercato, e, di fatto, concentrano ricchezza solo nelle mani di poche persone.

Con la piattaforma social la rendita diventa una realtà, i membri di SixthContinent, contribuiscono allo sviluppo di piccole e medie imprese, acquistando prodotti di qualità a prezzi più competitivi ottenendo anche una percentuale sia dall’acquisto fatto direttamente, quanto quello fatto da altri membri che ha referenziato.

In sostanza spendendo si guadagna percentuali variabili dal 2 fino al 20% secondo il prodotto, questo significa che su base annuale ogni membro può ottenere dei bei soldi da utilizzare per acquistare altri prodotti risparmiando sui costi annuali. Oltre a questo il sistema di Fabrizio Politi prevede anche l’istituzione di una rete di acquirenti o “gruppo di acquisto”, tanto per rendere l’idea, dove tutti i membri acquistando prodotti costituirà una rendita per chi li ha referenziati, gli stessi membri potranno fare altrettanto formando tante altre reti e così via moltiplicandosi.

Fabrizio Politi realizza SixthContinent per dare potere ai singoli

È esattamente il contrario di quanto avvenuto negli ultimi secoli, la produttività e il consumo hanno creato ricchezza solo per pochi, ora le cose cambiano verso e vanno verso il consumatore, che è poi il vero motore dell’economia reale!

IQ Option: quali pro secondo Bin Optionen

Iq Option è tra i broker di opzioni binarie più amati del web. Anche se ovviamente sul mondo dei broker online si può stabilire oggettivamente quale sia il “migliore” in assoluto perché moltissimi parametri sono soggettivi, Iq Option ha dei punti a favore sui quali non si può discutere proprio.

Effettivamente, come dicevano, quando un trader che già ha una base di conoscenze, magari perché prima delle opzioni binarie ha fatto trading forex con i cfd o perché ha approfondito sia la materia finanziaria che le parti tecniche del trading online, ha delle esigenze personali. Molti trader cambiando di broker rispetto al primo che hanno scelto o altri li studiano meticolosamente prima di depositare sul conto.

I fattori soggettivi influenzano la personalizzazione dello stile di trading: alcuni broker offrono oltre alle opzioni basilari delle tipologie di opzioni binarie particolari, con livelli di rischio maggiori o minori o complessità diverse che le rendono più intriganti.

Un’altro fattore è la presenza o meno di materiale formativo ed informativo sul sito del broker, strumenti di analisi tecnica e segnali di trading. Sebbene quasi tutti offrano formazione per gli utenti e molti offrono segnali di trading, non si tratta di servizi uguali e illimitati per tutti.

Ancora c’è da parlare dei vari tipi di account e benefit: di solito ci sono almeno due tipi di account, uno base e uno VIP che offre maggiori guadagni, facilitazioni, formazione e consigli avanzati, premi fedeltà, eventi.

Insomma c’è molto tra cui scegliere per decidere il broker migliore.

Iq Option

Tuttavia, IQ Option Recensione di BinOptionen.com blog tedesco multilungua tra i più importanti nel mondo delle opzioni binarie, ha alcuni parametri soggettivi che gli danno molto credito.

Prima di tutto la sicurezza: non per niente Iq ha ricevuto moltissimi premi come miglior broker proprio per il fattore sicurezza. Non significa che gli altri broker tra quelli principali del mercato non siano sicuri (se c’è autorizzazione CySEC e Consob, già si può in linea di massima considerarli affidabili) ma che Iq Option fa un lavoro costante in più per dare una sensazione di maggiore affidabilità sia reale che percepita agli utenti. I suoi sistemi informatici sono a prova di attacco, le spiegazioni chiare, gli onori ed oneri di broker e utente espressi chiaramente, i pagamenti costanti, puntuali, veloci così come i depositi ed eventuali bonus.

Pagamenti e prelievi sono un altro di quei punti di forza oggettivi di Iq Option. Di solito gli utenti sono molto preoccupati del tempo di prelievo. Dopo aver speso ed investito ed aver finalmente visto i primi guadagni i trader vogliono prelevare i loro guadagni ed averli subito in tasca. Purtroppo non è sempre così e la prassi è sempre stata tempi di verifica lunghi prima di mandare i fondi all’utente. Iq Option invece dopo i primi anni è riuscita a sviluppare un sistema velocissimo che riesce a pagare gli utenti di solito in meno di una giornata.

Questi punti di forza di Iq Option sono sicuramente dei grandi pro indipendentemente dal tipo di trader e dalle sue preferenze.

Garcinia Cambogia: cos’è, e a cosa serve?

Tutti, o quasi, conoscono per sommi capi gli effetti dei cibi naturali e delle erbe sull’organismo, se ben introdotti all’interno della propria dieta. Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento per quanto riguarda il consumo di questo tipo di alimenti: la gente, infatti, sta divenendo sempre più attenta e consapevole nel tentare di fornire benessere al proprio corpo.

Tra gli alimenti di maggiore interesse, attualmente, vi è la Garcinia Cambogia. All’interno di questo breve articolo desideriamo fare un piccolo excursus sull’argomento, spiegandovi cos’è e i vari modi nei quali può essere impiegata all’interno della propria dieta.

Garcinia Cambogia: di cosa si tratta?

La Garcinia Cambogia altro non è che una pianta nativa di Cambogia, appunto, Filippine, Vietnam e India. In realtà quando parliamo di Garcinia Cambogia non si intende tanto la pianta quanto il frutto della stessa, dal quale è possibile ricavare la Garcinia, o acido idrossicitrico, impiegata all’interno degli integratori alimentari.

La Garcinia, infatti, possiede effetti benefici per il trattamento del colesterolo in eccesso, ed è particolarmente apprezzata se utilizzata all’interno di diete dimagranti. La “popolarità” del frutto Garcinia Cambogia sta proprio in questo: viene consumato dalle persone con problemi di colesterolo alto e da chi, obeso o in sovrappeso, desidera ritrovare il proprio peso forma.

A che cosa serve la Garcinia Cambogia?

Come già accennato, la Garcinia Cambogia viene impiegata all’interno dei regimi alimentari, per così dire, controllati: ovvero, le diete dimagranti o per persone con un elevato tasso di colesterolo nel sangue.

Difatti, la Garcinia sembrerebbe ridurre la formazione e l’accumulo di acidi grassi, avrebbe degli effetti benefici sul fegato e sembra essere in grado di ridurre, appunto, il colesterolo presente nel sangue. Inoltre, contiene una buona quantità di vitamina C, quindi risulta essere anche un discreto antiossidante.

Non solo, però. Un’altra particolarità piuttosto apprezzata è la capacità di inibire il senso di appetito, e favorire invece la sensazione di sazietà, in modo da indurre l’utilizzante a ridurre, se necessario, le porzioni dei propri pasti. In questo senso è tuttavia necessario fare molta attenzione a non consumare quantità di cibo troppo ridotte: la Garcinia Cambogia deve essere un’alleata nel farvi seguire la dieta prescritta dal vostro medico.

Come viene usata la Garcinia Cambogia?

In occidente, almeno al momento, risulta essere particolarmente complicato il reperimento dei frutti di Garcinia Cambogia. Questi ultimi possono essere consumati come si consuma qualunque altro tipo di frutto: mangiandoli a spicchi, frullandoli, all’interno di insalate, eccetera. Tuttavia, il difficile reperimento favorisce quello che è invece il consumo di integratori ricavati dalla Garcinia Cambogia.

Questi integratori si presentano solitamente sotto forma di pillole o capsule, da consumare una o più volte al giorno a seconda delle necessità.

Attualmente non sono stati riscontrati effetti collaterali, tuttavia a seconda delle necessità è consigliabile non assumere più di 2000 mg di integratore ogni giorno. In ogni caso, è comunque necessario attenersi scrupolosamente alle istruzioni riportate sulla confezione.

Attenzione: questo articolo è da considerarsi a scopo puramente illustrativo, e non intende sostituirsi in alcun modo al parere di un medico o professionista.

Leggi di più: GarciniaCambogiaVeda.co