Perché si diffondono così tanto i vaporizzatori?

I vaporizzatori e le sigarette elettroniche sono una moda del momento. Promossi nelle comunicazioni antifumo, appoggiati da autorità della Medicina, usati da star e personaggi famosi di tutto il mondo stanno diventando un oggetto “cult” della nostra epoca.

Il vaporizzatore per molti è un’alternativa alla sigaretta ma ci sono anche tantissime persone che non fumano e che iniziano a “svapare”. Quelle nubi di vapore profumato e denso in effetti sono rilassanti e possono diventare un breve momento di scarico durante le nostre giornate.

La pratica di avere piccoli gesti che ci fanno riprendere il controllo di noi stessi è comune: molti hanno un oggetto scacciapensieri o antistress, un gesto o un tipo di respirazione che li aiuta a concentrarsi nei momenti di tensione, e questo è chiamato grounding.

Insomma un poco come i locali molto popolari in cui si fuma il narghilé in cui il fumo è vapore profumato che sono diventato molto trendy tra i giovani, il vaporizzatore rende questo fumo al vapore facile da portare con sé.

La possibilità di avere il momento di svago e relax del fumo senza sostanze tossiche e, a scelta del cliente, anche senza nicotina ha fatto in modo che molti non fumatori abbiano iniziato a svapare. Anche la grande diffusione di negozi di accessori per lo svapo ha contribuito alla moda dei vaporizzatori insieme ai personaggi famosi che si mostravano a svapare nelle foto e sul web.

Negozi nascono ovunque nelle città ed online, sia luoghi specializzati sia generalisti che si lanciano in questo mercato lucrativo. In Italia la domanda di vaporizzatori e sigarette elettroniche, così come il loro uso e consumo, è cresciuta ultimamente dopo i primi anni di incertezze in cui l’offerta era subito diventata molto grande rispetto alla domanda.

Uno dei siti più affidabili del settore è MagicVaporizers che si differenzia da altri e-commerce o franchising fisici del settore per una vasta scelta ma allo stesso tempo una semplicità d’uso della piattaforma che rende molto facile per tutti scegliere ed acquistare il proprio vaporizzatore.

All’inizio, quando lo svapo era una novità c’era stata una campagna negativa sui vaporizzatori, probabilmente alimentata ad arte tramite i social media da chi aveva grossi interessi in gioco, che affermava che il fumo elettronico facesse più male delle sigarette. In realtà è una posizione molto poco scientifica da sostenere ed assolutamente illogica, basta pensare che il fumo di una sigaretta è composto da una lista enorme di composti chimici e solo vapore massimo al 5% del totale mentre lo svapo è appunto puro vapore, con aromi e alcune sostanze che rendono il fumo più denso ma sono assolutamente sicure.

Niente a che vedere quindi con la lunga lista di sostanze dannose che si sprigionano nell’aria quando si accende una sigaretta, anche ammettendo che un vaporizzatore ha un 1% che non è vapore, non si può dire che faccia male rispetto alla sigaretta.